Coro San Pietro

      

  Il Coro parrocchiale “San Pietro Ap.” dell’omonima Cattedrale di Minturno è nato nell’aprile del 1986 per la sensibilità liturgica dell’allora parroco, l’arciprete don Gaetano D’Auria, del P. Giovanni Siciliano ofm e per la piena disponibilità del M° Filippo Valente di Pulcherini di Minturno che ne è stato il primo Direttore.

                                        Lo scopo del Coro fu, ed è, quello di dare alla Comunità Cultuale una guida attenta e preparata che l’accompagni nella preghiera settimanale e nelle più importanti festività e solennità a carattere religioso.

In una veloce carrellata ci corre l’obbligo dare un piccolo accenno ai momenti più importanti dell’attività dello stesso:

Nel giugno del 1989, con i Cori parrocchiali della Diocesi, il nostro Coro ha animato la Celebrazione Eucaristica presieduta dal Santo Padre Giovanni Paolo II a motivo della sua visita pastorale alla nostra Chiesa diocesana.

Nel 1990, insieme ai Cori parrocchiali diocesani, ha preso parte ad un Concerto, nella Sala Nervi in Vaticano, alla presenza dello stesso Pontefice.

Sempre nel 1990 al nostro Coro parrocchiale si è unito il Coro dell’OFS, cosi, accresciutosi nei componenti ha sentito il bisogno di perfezionarsi ulteriormente e ha partecipato a molteplici manifestazioni, riscuotendo consensi e simpatie.

Oltre ai numerosi concerti interparrocchiali, che sarebbe impossibile menzionarli tutti, il nostro Coro  a Gaeta ha animato la Celebrazione per l’Investitura dei Cavalieri di San Giorgio.

Analoga Celebrazione nella Cattedrale di San Pietro a Fondi alla presenza del Principe, Carlo di Borbone.

Nell’ottobre del 2002 ha animato la S. Messa trasmessa in diretta su Rai 1 dalla Cattedrale di San Pietro in Minturno

Una tradizione ormai consolidata, fortemente voluta dal nostro parroco e dal Coro, è il “Concerto di Natale in Cattedrale” che vede la partecipazione di numerosi Cori parrocchiali non solo diocesani ma anche extra diocesani.

Nella nostra Cattedrale, stupendo esempio romanico-gotico IX-XII sec, si percepiva la mancanza di un grande assente, il re degli strumenti: l’organo a canne….

Il mecenatismo di Franco Nasta, responsabile del Coro, la disponibilità, lo zelo pastorale del nostro parroco, don Elio Persechino e la generosità di molti hanno concretizzato questo desiderio; infatti oggi nella nostra vetusta Cattedrale fa bella mostra di sé un magnifico organo a canne della Ditta Giovanni CONSOLI di Locorotondo (BA)

Nel centocinquantottesimo anniversario della proclamazione a Protettrice di Minturno e frazioni della Vergine delle Grazie, il nostro Coro ha pensato di vivere questo importante evento invitando per il 6 settembre 2008 il Coro della Diocesi di Roma diretto da Monsignor Marco Frisina

Vogliamo anche ricordare, in questa circostanza, i componenti del  Coro che sono stati chiamati dal Signore ad unire le loro voci a quelle degli Angeli e dei Santi nella liturgia del cielo: Romano Rosa, Romano Civita, Carpino Enzo, Iennaco Teresa, Pimpinella Tommasina, Conte Benedetto e Romano Lucia.

In questi  anni di attività il Coro è stato diretto da più Maestri, oltre al già su accennato M° Valente  è doveroso ricordare un altra illustre Maestro la Sig.ra Anna D’Acunto verso la quale il nostro Coro nutre un forte senso di gratitudine e simpatia per quanto ha saputo dare, da Lucio Galasso e Roberto Coppola. Oggi, ristretto nel suo numero circa 20 unità, è curato e diretto da Piero Pannone . Il Coro tra lavoro, studio e impegni di vario genere, si incontra due volte alla settimana per scegliere e imparare i canti secondo la tematica della liturgia del tempo.

Consapevoli che non è la quantità che conta ma la qualità, avendo conservato inalterato lo scopo originario che è quello della animazione della Liturgia e il coinvolgimento della Comunità ad una partecipazione attiva alla celebrazione dei Santi Misteri in cui Dio fa irruzione nel mondo e nella storia sull’altare della nostra celebrazione, l’auspicio profondo è che anche attraverso il nostro umile servizio possa compiersi il disegno di Cristo: fare della Celebrazione Eucaristica il cuore della Chiesa.

 

 

 

Lascia un commento